TURISMO: CUTTAIA E LA 'STRETTA' SUGLI ALLOGGI TURISTICI ABUSIVI FEDERALBERGHI VENETO SCRIVE A TUTTI I PREFETTI "VENEZIA SIA D'ESEMPIO: OCCORRE UN GIRO DI VITE" Locazioni turistiche abusive: "Il giro di vite annunciato a Venezia sia di esempio". Lo scrive Federalberghi Veneto in una lettera del 16 ottobre 2015 indirizzata a tutti i prefetti in regione. La premessa è un plauso al prefetto di Venezia Domenico Cuttaia che nei giorni scorsi, nell'ambito della riunione del Comitato Provinciale per l'Ordine e la Sicurezza Pubblica, ha annunciato una stretta nei controlli per individuare gli alloggi affittati irregolarmente ai turisti, con la collaborazione delle Polizie locali e della Guardia di Finanza. "Accogliamo la notizia con grande favore – dichiara il presidente di Federalberghi Veneto Marco Michielli – Quella degli alloggi turistici 'sottotraccia' è una nota dolente non solo per chi opera nel settore della ricettività in modo chiaro, corretto e trasparente, ma anche per le casse dei Comuni e la sicurezza in generale".  "Se le disposizioni regionali disciplinano questa tipologia ricettiva sul territorio veneto – spiega Michielli - è altrettanto vero che esistono nelle località turistiche, con deteriore fenomeno diffuso in particolare nelle città d'arte, 'aree grigie' in cui la locazione di alloggi turistici non soggiace alla disciplina regionale o, meglio, ad alcuna disciplina. Questo non lede solo il principio della leale concorrenza tra strutture ricettive omologhe, ma rende di fatto inefficace la conoscibilità del rispettivo dato statistico, della sicurezza connessa alla denuncia di pubblica sicurezza, della compartecipazione economica alla raccolta comunale dell'imposta di soggiorno". Continua Michielli: "Diamo atto al Comitato Provinciale per l'Ordine e la Sicurezza Pubblica di Venezia di avere coniugato le funzioni di organo consultivo dell'attività prefettizia di sicurezza e controllo del territorio, con le disposizioni regionali in materia di locazioni turistiche". Sottolineando il valore dell'iniziativa del Comitato Provinciale per l'Ordine e la Sicurezza Pubblica di Venezia, Federalberghi Veneto ha chiesto:al Prefetto di Venezia, in qualità di coordinatore prefettizio del Veneto, di divulgare ai Suoi Colleghi Prefetti questa decisione del Comitato Provinciale per l'Ordine e la Sicurezza Pubblica di Venezia;ai Prefetti delle altre province venete di adottare la medesima determinazione di severo perseguimento delle strutture ricettive non legittime, all'interno dei propri Comitati Provinciali per l'Ordine e la Sicurezza Pubblica.






NOTA 365 - RIQUALIFICAZIONE ALBERGHIERA, INTESA CU SU CONDHOTEL

Nota 365 - Riqualificazione alberghiera, intesa CU su condhotel

NOTA 362 - PRESIDENTI, RICHIESTA DELIBERAZIONE INTERPRETATIVA SU DGR 807_14

Nota 362 - Presidenti, richiesta deliberazione interpretativa su DGR 807_14

NOTA 361 - PRESIDENTI, RICHIESTA DELIBERAZIONE CORRETTIVA SU DGR 343_17

Nota 361 - Presidenti, richiesta deliberazione correttiva su DGR 343_17