Olimpiadi 2026: Federalberghi Veneto sta con Cortina. “Nato nel 1956, mi sono perso per un soffio l’edizione dei Giochi di quell’anno - scherza il presidente regionale Marco Michielli - Poter festeggiare i miei 70 anni con l’edizione del 2026 nella mia regione sarebbe un bellissimo regalo”.
Oggi a sua firma, dagli uffici di Federalberghi Veneto, è partita una lettera indirizzata al presidente del Coni Giovanni Malagò per sostenere la candidatura delle Dolomiti.
“A settant’anni esatti dai Giochi del 1956, e sulla scia dei campionati del mondo di sci alpino del 2021 - scrive Michielli - Cortina si ripropone come culla degli sport invernali, riportando ancora una volta la montagna al centro delle politiche di sviluppo del nostro Paese e dell’Europa”.
Elemento di novità e di particolare rilevanza è che in questa occasione il Veneto si propone in partnership con le due straordinarie realtà montane limitrofe del Trentino e dell’Alto Adige.
“La proposta del territorio dolomitico è ispirata da principi di massima sostenibilità economica, ambientale e sociale e intende dimostrare la possibilità concreta di conciliare standard organizzativi e di servizio elevati con l’iconicità e la delicatezza di un territorio già inserito dal 2009 tra i Patrimoni dell’Umanità Unesco”, prosegue il presidente di Federalberghi Veneto.
“Per questi semplici, ma fondati motivi - conclude la lettera - la nostra Federazione regionale sostiene questa candidatura, con le proprie Associazioni territoriali di Cortina d’Ampezzo e di Belluno, e auspica che il Comitato da Lei presieduto possa condividere questa proposta, portando le Dolomiti come indicazione italiana per le Olimpiadi invernali del 2026”.


Nota 648 - Osservatorio italiano turismo outdoor

Nota 648 - Osservatorio italiano turismo outdoor

Nota 646 - Regione Veneto, LAB INN 18-19 ottobre

Nota 646 - Regione Veneto, LAB INN 18-19 ottobre

FV Short News - 12 ottobre 2018

FV Short News - 12 ottobre 2018

​​​​