Da oltre quarant'anni al servizio dell’ospitalità veneta 

La data di nascita dell’Unione Regionale Albergatori del Veneto è il 16 maggio 1973: con l’Assemblea di Mestre nasceva URAV, oggi Federalberghi Veneto, costituita dalle associazioni albergatori fondatrici di Abano, Bibione, Caorle, Cortina D’Ampezzo, Jesolo, Montegrotto, Venezia, Verona. 

A questo primo nucleo di associazioni, nel tempo si sono aggiunte le associazioni albergatori e i sindacati alberghi di Belluno, Eraclea, Garda Veneto, Padova, Portogruaro, Rovigo, Sottomarina, Treviso, UCTS Venezia, Vicenza. 

L’Unione Regionale Albergatori del Veneto ha successivamente costituito il 12 luglio 1984, assieme alla Fiavet, Faita ed Enat, l’Unione Regionale Veneta Associazioni Imprese Turistiche, quale prima rappresentanza unitaria delle imprese turistiche della regione Veneto. Oggi questa macro-organizzazione si chiama Confturismo Veneto.

Fin dalla sua costituzione, l’Unione Regionale Albergatori del Veneto ha rappresentato gli interessi delle aziende alberghiere del Veneto, contribuendo alla formazione delle complesse normative di interesse regionale che disciplinano le attività ricettive.

Oggi come allora, Federalberghi Veneto continua nel suo ruolo di lobbying, sia singolarmente che all’interno di Confturismo Veneto, coordinando le forze associative al fine di realizzare una più efficace tutela degli interessi alberghieri e turistici della regione.

Rappresenta in tutte le sedi regionali le associazioni aderenti ed assiste le singole associazioni nei problemi che investono interessi comuni alla categoria; assiste le associazioni aderenti nell’espletamento delle loro finalità istituzionali; concerta con le associazioni aderenti una politica tendente a valorizzare le risorse turistiche della regione, ad incrementare il movimento turistico, a promuovere tutte quelle iniziative atte a creare i presupposti per una costante qualificazione della ricettività del Veneto; collabora con le istituzioni formative per rappresentare le aspettative del settore nel suo complesso, svolgendo anche attività di adesione a progetti formativi e di partecipazione a comitati tecnico-scientifici.

Alla data attuale, Federalberghi Veneto ha compiuto quarantacinque anni.

Gli anni della maturità, ma anche gli anni in cui si tirano le prime somme su quanto si è raggiunto nella propria esistenza e si fa tesoro dell’esperienza. Sappiamo che si è fatto molto, ma che altrettanto rimane da fare.

Contiamo che l’anima innovatrice capace di far crescere l’Unione Regionale Albergatori, negli stessi anni in cui nasceva la Regione Veneto, possa trovare soddisfazione nel fatto che Federalberghi Veneto è stata e vuole essere sempre più un punto di riferimento per l’Istituzione regionale e per il settore turistico-alberghiero veneto.


Comunicato stampa 05_08_21

COMUNICATO STAMPA

“Dispensa da obbligo di Green pass nei ristoranti degli hotel, per gli ospiti soggiornanti: il plauso del presidente Massimiliano Schiavon”


(Venezia, 5 agosto 2021)


"Un'ottima notizia, davvero": così il presidente di Federalberghi Veneto Massimiliano Schiavon commenta la dispensa da obbligo di Green pass nei ristoranti degli hotel, per gli ospiti soggiornanti.
"In queste ultime settimane, Federalberghi, a livello nazionale e in tutte le sue diramazioni locali, ha più volte fatto presente che gli ospiti sono da sempre già tracciati in accoglienza al momento del check-in - afferma Schiavon - Tante persone che avevano prenotato la loro vacanza in questo periodo ci hanno contattati per avere delucidazioni. Ringraziamo il ministro del Turismo Garavaglia - sottolinea Schiavon - che ha permesso di fare piena chiarezza sul punto: il green pass non è richiesto né per accedere in hotel né per fruire del servizio di ristorazione interna, per i clienti della struttura. Ora le persone sanno che possono fare le proprie ferie serene, chiamaramente nel rispetto delle misure previste e osservando le cautele richieste. Le nostre strutture sono pronte ad accoglierle, come sempre, nella massima sicurezza secondo i protocolli di legge anti covid vigenti".

Rassegna Stampa 20_07_2021

Schiavon: "Si al certificato piuttosto che la zona gialla"

Rassegna Stampa 16_07_2021

"Grandi navi, gli operatori rimpiangono i turisti."

 

esonero alternativo alla Cig Covid-19 - istruzioni operative

L’INPS fornisce ulteriori chiarimenti rispetto all’ambito di applicazione dell’esonero dal versamento dei contributi previdenziali per i datori di lavoro che non richiedono trattamenti di integrazione salariale, nonché le indicazioni operative per la richiesta dell’esonero e per la corretta esposizione del beneficio nelle denunce contributive.

decreto-legge sostegni ter

Il Consiglio dei ministri, nella riunione del 21 gennaio, ha approvato un decreto-legge recante misure urgenti in materia di sostegno alle imprese e ai lavoratori connesse all'emergenza da COVID-19, nonché per il contenimento degli effetti degli aumenti dei prezzi nel settore elettrico.

contributi per iniziative e manifestazioni

Il Ministero del turismo ha comunicato le nuove modalità di presentazione delle domande per i contributi relativi a iniziative e manifestazioni che interessino il movimento turistico, a favore di Enti pubblici o di diritto pubblico o Enti senza scopo di lucro che svolgano attività dirette ad incrementare il movimento dei forestieri o il turismo sociale o giovanile. 

Le domande dovranno essere presentate entro il 30 gennaio esclusivamente tramite PEC all'indirizzo dir.promozione@pec.ministeroturismo.gov.it

L'erogazione dei contributi, normata dalla legge 4 agosto 1955, n. 702, è regolamentata dalle disposizioni del decreto ministeriale 26 giugno 2019 del Ministero delle politiche agricole, alimentari e forestali e del turismo.

​​​​